COMFY CHIC, perché non confortarci con lo stile?

Se ti stai chiedendo quale sia il significato di Comfy Chic, del perché molte riviste di moda ne parlano e del come e quando è entrato a far parte degli hashtag popolari di Instagram, allora sei nel posto giusto. 

Che vuol dire Comfy Chic

Innanzitutto si parla di Comfy Chic quando si parla di stile nella moda.
La parola Comfy relativa a indumenti comodi, con cui sentirsi facilmente a proprio agio si armonizza insieme alla parola Chic per celebrare uno stile rilassato ma con gusto, dotato di praticità ed eleganza. Ciò che viene esaltato é la morbidezza dei tessuti e lo charme dei modelli. Quindi non solo felpe e tute, ma anche abiti over size, chemisier e accessori leggeri.
Pertanto Comfy Chic per un look curato e non trasandato, motivo per cui molte riviste di moda in quarantena iniziano a parlare di Comfy Chic e in Instagram più di 53 mila post usano l’hashtag #comfychic. Per quanto la confusione sia alla portata di tag non c’é dubbio che è così virale che fa tendenza. 

...anche smart

Aver trascorso molti giorni in casa e soprattutto l’introduzione massiva di nuovi approcci lavorativi nelle nostre vite, come lo smart working, hanno contribuito a diffondere maggiormente lo stile Comfy Chic, dando una nuova etichetta ad alcuni capi che solitamente esistevano come Casual, uno stile che tende soprattutto a enfatizzare l’espressività personale… concetto poco empatico per il momento storico. 
L’idea di lavorare in smart working è direttamente collegata all’idea di rimanere tutto il giorno in pigiama davanti ad un computer.. e a chi non è mai successo?! Motivo per il quale lo stile Comfy Chic é diventato una vera e propria tendenza anche nella Streetweer. Una decolleté abbinata ai classici joggers di venerdì sera è la giusta chiave per interpretare lo stile Comfy Chic. Pertanto adesso lo stesso indumento che indossato a casa in ciabatta, a far la spesa in scarpetta e la sera in tacco dodici diventa subito un capo della tua collezione Comfy Chic
Del resto in oriente il “pay jama“ veniva usato come un normale indumento per uscire durante tutta la giornata. "L’indumento per le gambe" fu introdotto in Europa a partire dal XIX secolo per sostituite la camicia da notte, diventando ben presto la mise per eccellenza, per andare a dormire: comodo e confortante.
 

E se in questi tempi la moda volesse rassicurarci? 

Abbiamo bisogno di conferme e sicurezze in un momento così imprevedibile.. e forse è proprio dalla nostra immagine che bisogna partire per iniziare ad acquisire nuove certezze. Se la vita è poco Comfy i nostri abiti devono esserlo molto di più!